Centri per l’impiego: intesa tra Regioni e ministero del Lavoro

Venerdì, 08 settembre 2017

L’assetto dei Centri per l’impiego e il relativo personale sono i temi trattati nell’incontro dello scorso 7 settembre tra il ministro del Lavoro Giuliano Poletti e gli assessori regionali al Lavoro, durante il quale è stata trovata l’intesa per definire un accordo politico istituzionale preliminare ad un quadro omogeneo di gestione dei servizi per il lavoro.

 

 

 

"Dopo un lungo percorso di lavoro ed un serrato confronto tra Stato e Regioni - ha detto l'assessore al lavoro della Regione Toscana Cristina Grieco, coordinatrice della IX Commissione della Conferenza delle Regioni – questo incontro ha sancito un primo fondamentale passo per uscire dalla situazione di transitorietà e precarietà del personale dei Centri per l'impiego, in una logica di leale collaborazione istituzionale e verso un modello unitario di governance dei servizi".

 

Anche il ministro Poletti ha sottolineato l’importanza dell’accordo per garantire l'infrastruttura necessaria alla messa in atto di politiche nazionali e regionali efficaci ed efficienti e ha dichiarato che nella prossima legge di bilancio saranno definite le risorse e le regole per il passaggio definitivo alle Regioni del personale a tempo indeterminato e determinato dei Centri per l'impiego, in un'ottica di stabilità del sistema.

 

L'assessore Cristina Grieco ha condiviso gli obiettivi della riforma, sottolineando l'importanza di aver raggiunto un accordo destinato a sancire una svolta decisiva nel modello di erogazione delle politiche attive del lavoro, ponendo fine ad una situazione di incertezza non più sostenibile sui territori. L'aver raggiunto una posizione unica fra il governo e tutte le Regioni rappresenta un bell'esempio di collaborazione istituzionale.

 

Al termine dell’incontro il ministro Poletti si è impegnato a sottoporre il lavoro svolto all'attenzione della Presidenza del Consiglio dei ministri.