Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

ยป Commissione / Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

Conferenza delle Regioni e delle Province autonome

La Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome ha la finalità di:

1. Definire, promuovere posizioni comumi su temi di interesse delle Regioni, elaborare documenti e proposte al fine di rappresentarle al Governo e al Parlamento e agli altri organismi centrali dello Stato e alle istituzioni comunitarie.

2. Predisporre pareri e base di intesa in osservanza della legislazione vigente.

3. Favorire il raccordo con le autonomie locali a livello nazionale.

 

La Conferenza in particolare valorizza e garantisce il ruolo istituzionale delle Regioni e delle Province Autonome alla luce del quadro costituzionale e promuove forme di coordinamento tra esse.

Il Presidente e il Vicepresidente sono eletti in prima o in seconda votazione all'unanimità dei presenti, con voto palese e votazione separata. Dalla terza votazione viene eletto Presidente, con voto segreto e limitato ad una preferenza, il componente che abbia raggiunto la maggioranza assoluta dei voti degli aventi diritto. Viene eletto Vicepresidente il componente che abbia raggiunto, nella stessa votazione, la maggioranza relativa dei voti degli aventi diritto.
Il Presidente ed il Vicepresidente sono eletti per cinque anni e durano in carica sino alla seduta dell'Assemblea convocata per l'elezione del nuovo Presidente. Attualmente il presidente è Stefano Bonaccini (Regione Emilia - Romagna) e il vice-presidente è Giovanni Toti (Regione Liguria).

L'Ufficio di presidenza è composto da: Sergio Chiamparino (Presidente della Regione Piemonte); Giovanni Toti (Presidente della Regione Liguria); Vincenzo De Luca (Presidente della Regione Campania); Marcello Pittella (Presidente della Regione Basilicata); Enrico Rossi (Presidente della Regione Toscana). Fanno parte dell’Ufficio di Presidenza  in qualità di “invitati permanenti” anche Francesco Pigliaru (Presidente della  Regione Sardegna) in rappresentanza delle Regioni a statuto speciale e Massimo Garavaglia (Assessore Regione Lombardia) in qualità di Coordinatore della Commissione Affari finanziari.

Al fine di assicurare efficienza all'attività della Conferenza e di accelerare e semplificare lìesame dele questioni, sono istituite le seguenti Commissioni, individuate in base a gruppi di materie omogenee di competenza delle Regioni e Province Autonome:

  • I Commissione - Affari Costituzionali e generali: Coordinamento della Regione Calabria, Coordinamento vicario della Regione Piemonte; nell'ambito di questa Commissione è delegata la Regione Sardegna come responsabile per il settore "Regioni ad Autonomia differenziata" e la Regione Valle d'Aosta come responsabile per la materia "Politica della montagna".

 

  • II Commissione - Affari finanziari: Coordinamento della Regione Lombardia, Coordinamento vicario della Regione Lazio.

 

  • III Commissione - Affari comunitari e internazionali: Coordinamento della Regione Umbria e Coordinamento vicario della Regione Campania;nell'ambito di questa Commissione è delegata la Regione Sardegna come responsabile per la materia Aiuti di Stato. 

 

  • IV Commissione - Infrastrutture e Mobilità: Coordinamento della Regione Campania, Coordinamento vicario della Regione Liguria.

 

  • V Commissione - Ambiente e Energia: Coordinamento della Regione Piemonte (ad interim), Coordinamento vicario della Provincia Autonoma di Bolzano.

 

  • VI Commissione - Beni e Attività culturali: Coordinamento della Regione Friuli Venezia Giulia, Coordinamento vicario della Regione Basilicata.

 

  • VII Commissione - Salute: Coordinamento della Regione Emilia - Romagna, Coordinamento vicario della Regione Piemonte.

 

  • VIII Commissione - Politiche sociali: Coordinamento della Regione Molise, Coordinamento vicario della Regione Puglia.

 

  • IX Commissione - Istruzione, Lavoro, Innovazione e Ricerca: Coordinamento della Regione Toscana, Coordinamento vicario della Regione Lazio.

 

  • X Commissione - Politiche agricole: Coordinamento della Regione Puglia, Coordinamento vicario della Regione Lombardia.

 

  • XI Commissione - Attività produttive: Coordinamento della Regione Marche, Coordinamento vicario della Regione Siciliana.

 

  • Commissioni speciali: 
  • Protezione civile, coordinata dalla Provincia Autonoma di Trento; Coordinamento vicario alla Regione Sardegna.

 

  • Agenda digitale, coordinata dalla Regione Friuli Venezia Giulia; Coordinamento vicario alla Regione Basilicata.

 

  • Immigrazione e Italiani all'estero:rotezione civile, coordinata dalla Regione Siciliana; Coordinamento vicario alla Regione Liguria.

 

  • Turismo e industria alberghiera, coordinata dalla Regione Abruzzo; Coordinamento vicario alla Regione Basilicata.